Anni 2004-2006

L’Associazione nei primi anni del suo percorso operativo ha attivato una molteplicità di incontri culturali (uno al mese) con lo scopo primario di far incontrare le famiglie e di avvicinarle all’associazione. Sono stati realizzati incontri dai contenuti diversi ma sempre richiesti dalle famiglie iscritte:

  • Conoscenza della diagnosi e quadro clinico.
  • Rapporto Scuola – Famiglia.
  • Il G.L.H.O.
  • Il P.E.I.
  • Parla una famiglia con bimbo diversamente abile: difficoltà.
  • Mondo della scuola e dell’extra scuola.
  • La logopedia: importanza di una azione tempestiva.
  • La musicoterapica: supporto nelle terapie tradizionali.
  • Il metodo Puccini-Perfetti nella terapia motoria.
  • Comunicazioni verbali e non verbali.
  • Il disegno infantile veicolo di conoscenza.
  • L’ A.E.C.: figura insostituibile.

L’Associazione ha poi svolto un ruolo sicuramente meno visibile, ma di grande utilità, incontrando le famiglie individualmente ha cercato di aiutarle nel loro difficile cammino a fianco di figli con bisogni speciali, ha offerto – su richiesta, senza mai invadere spazi riservati – il contributo dell’esperienza dei nostri operatori, specialisti, volontari, genitori spingendo le famiglie a non isolarsi a vivere la vita in modo paritario.


Anno 2007

A partire dal 2007 l’Associazione ha deciso di cominciare ad essere visibile sul territorio, proponendo una serie di “eventi” con lo scopo di poter comunicare ad una platea più ampia quali fossero gli obiettivi e le finalità dell’associazione.
Per queste finalità sono stati organizzati incontri come gli allegati ( Scheda 1 e Scheda 2 ) mostrano.

Anno 2008

A partire dal 2008 l’Associazione ha ampliato le sinergie con altre realtà del territorio. Si è deciso quindi di procedere con attività e progetti che fossero mirati ad una integrazione socio-culturale del disabile in un contesto extra-domiciliare e con forte orientamento alla integrazione con pari età. Esempio di quanto detto sono stati eventi come quello indicato negli allegati ( Scheda ).

Altri momenti di aggregazione ed integrazione tra i ragazzi diversamente abili e normalmente dotati sono state le molte “Gite” organizzate dal Melograno ( Scheda )


Anno 2009

A partire da Febbraio 2009 l’Associazione ha realizzato il progetto “Viviamo la Vita”. Il progetto, con caratteristica pluriennale (una prima edizione sperimentale è stata realizzata già a fine 2008), ha avuto una valutazione molto molto positiva da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia che lo ha voluto finanziare per tutta la sua durata (cinque anni) .

Questo progetto riprende in pieno l’esperienza maturata al San. Raffaele La Pisana di Roma con un’iniziativa analoga denominata “Progetto Amico”, iniziativa ideata e realizzata a Roma dal prof. Giorgio Albertini. Il Melograno avendo a riferimento le direttive del prof. Albertini ha ideato e realizzato quanto indicato nella
Scheda


Anno 2010

Il 2010 rappresenta per l’Associazione Il Melograno, un anno di “svolta”; in quanto viene presentato un progetto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle Pari Opportunità, che viene finanziato permettendo in tal modo la realizzazione del progetto “Vivere il Mare”, esperienza fortemente focalizzata alla integrazione del disabile con il normo dotato. I dettagli del progetto nella
Scheda

Sempre nel 2010 continua la terza edizione del progetto “Vivere la Vita”, che vede coinvolti i nostri ragazzi con esperienze nell’Uso dei Servizi, come ad esempio andare in posta a pagare le bollette o richiedere un certificato di residenza alla propria anagrafe cittadina.


Anno 2011

L’anno si apre con la quarta edizione del progetto “Viviamo la Vita”. Questa volta i ragazzi hanno maturato esperienza nell’uso del denaro, attraverso visite ai centri commerciali, o acquisto di servizi come ad esempio andare dal parrucchiere.

Non finiremo mai di ringraziare la Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, che ci da ogni anno la possibilità di realizzare il progetto “Vivere la Vita” che chiaramente è una cornice nella quale l’Associazione il Melograno opera una serie di esperienze che fa vivere ai propri ragazzi seguendo una road map ben delineata e descritta nel nostro sito alla sezione “Progetti”.

Il tutto viene costantemente coordinato dal nostro responsabile Prof. Giorgio Albertini primario di neurologia della clinica San. Raffaele la Pisana di Roma.


Anno 2012

Questo è l’anno di due importantissimi risultati che derivano da progetti gestiti in autofinanziamento e che hanno permesso di raggiungere due importanti traguardi. Sono stati realizzati ben “due “ inserimenti lavorativi: Laura è riuscita dopo un periodo di stage ad essere inserita nell’organico di un punto vendita McDonald’s di Civitavecchia. Gianluca , grazie ad un tirocinio, è stato inserito in organico su un’azienda La Cascina che opera nel campo della ristorazione.

A partire dal 2012 Il Melograno indice la Giornata della Legalità, ( Scheda )un evento che ha raccolto immediatamente l’attenzione da parte delle scuole e delle forze dell’ordine.
Questa prima occasione è stata realizzata in collaborazione con la Guardia di Finanza di Civitavecchia. Scopo dell’iniziativa è quello di trasmettere ai ragazzi delle scuole cittadine i valori del corretto vivere civile in modo da non cadere, una volta che si è diventati grandi, nella “disabilità sociale”.

E’ stata vinta una importantissima competizione per un bando interno al personale del Gruppo Enel per cui attraverso la ONLUS Enel Cuore , il Melograno ha vinto un finanziamento importante destinato all’acquisto di un pullmino attrezzato per il trasporto dei disabili (carrozzati).

Infine è in atto la quinta edizione del progetto “Viviamo la Vita”. Questa volta i ragazzi hanno maturato esperienza nell’uso del comportamento stradale, attraverso addestramento ad opera del Comando Polizia Municipale di Civitavecchia, per il quale ringraziamo il comandante Remo Fontana per la sensibilità e disponibilità dimostrata. Il progetto si inserisce nel quadro della Road MAP descritta nel nostro sito alla sezione “Progetti”.


Anno 2013

La direzione Scientifica dell’associazione la cui responsabilità è affidata al prof. Giorgio Albertini, ha caratterizzato l’inizio delle attività del 2013 con la realizzazione, nel mese di Febbraio, del convegno sulla tematica del “Cooperative Learnig” ( Scheda ); realizzato in collaborazione con la dott.ssa Stefania Lamberti dell’Università di Verona. La mission dell’associazione di lavorare fortemente affinché ci sia una cultura per l’integrazione del disabile nella società è stato l’elemento che ha portato Il Melograno a parlare del Cooperative Learning alla scuola in primis ed alla società con un secondo convegno che sarà realizzato nell’autunno del 2013.

A marzo è terminato il progetto “IdeaLogo” attività svolta in collaborazione con l’Istituto d’Arte di Civitavecchia; l’obiettivo del progetto è stata la realizzazione di un concorso rivolto alle classi IV° e V° per la realizzazione del nuovo logo dell’Associazione in vista del decennale del 2014.

A gennaio è iniziata la fase1 del progetto “Amico Jail”, che ha visto la collaborazione della Casa di Reclusione di V. Tarquinia di Civitavecchia. Grazie alla sensibilità della dott.ssa Patrizia BRAVETTI, l’associazione Il Melograno ha potuto realizzare un importante progetto, completamente autofinanziato, che tende ad avvicinare le due sfere di disabilità: quella Sociale; ovvero la realtà carceraria e quella fisica.
Questa prima fase del progetto ha previsto che alcuni ragazzi del Melograno seguiti da psicologi ed AEC hanno potuto vivere l’esperienza delle attività di laboratorio (pizzaiolo, pasticcere e presepista) guidati ed addestrati alcuni detenuti che hanno in mano “il mestiere”. Scheda

A Maggio è stata realizzata la 2° edizione della Giornata della Legalità, ( Scheda ) questa volta con gli amici dei “Guardacostieri di Civitavecchia”. Anche in questa occasione Il Melograno ha invitato all’evento alcuni alunni delle scuole medie cittadine.

A partire da giugno 2013 è iniziata la seconda fase del progetto “Amico Jail”, questa volta in collaborazione con la Casa Circondariale di Borgata Aurelia in Civitavecchia, che grazie alla disponibilità della dott.ssa Silvana SERGI Il Melograno ha potuto “ospitare” nella propria sede un detenuto in art. 17 il quale si è inserito a pieno titolo nell’attività di “Terapia occupazionale” (tre volte a settimana per tre ore a presenza) opportunamente affiancato ed assistito da personale qualificato dell’Associazione.


Anno 2014

Il 2014 è l’anno del decennale della nostra associazione (fondata il 22.4.2004) e per festeggiare l’evento, il Melograno è riuscito a farsi finanziare un importante progetto: “DOCTOR CLIK” ( Scheda ), che avrà un innegabile impatto sul nostro territorio.

In estrema sintesi l’idea progettuale prevede la possibilità di adibire uno spazio della nostra sede per la realizzazione di video conferenza tra il paziente e la struttura dell’ente (Clinica, Ospedale o struttura medica) in modo che il soggetto non debba preoccuparsi di “spostarsi sul territorio” favorendo al massimo la possibilità di eseguire la “visita da remoto” con il professionista e al contempo avere la disponibilità della propria “cartella clinica elettronica”.

E’ questo un “cambio di passo” che caratterizzerà il Melograno per i prossimi cinque anni, ovvero la possibilità di dotarsi di una piattaforma informatica che in modo multifunzionale possa supportare i processi di interazione tra paziente e medico, tra formatore e professionista, tra realtà associative tra loro complementari, e che possa permettere alle famiglie di utilizzare i servizi resi disponibili da una “Web Community”.
Il progetto in oggetto si lega ad un progetto più ampio teso a creare un network tra associazioni il tutto sotto la competente regia dell’Università Telematica San Raffaele.

A Maggio è stata realizzata la 3° edizione della Giornata della Legalità, ( Scheda ) questa volta con gli amici dei “Vigili del Fuoco di Civitavecchia”. All’evento erano presenti alcune associazioni e una classe di alunni di un Istituto di scuole superiori.

A Luglio L’Associazione ha raggiunto un altro importantissimo risultato, infatti grazie ad un progetto gestito in autofinanziamento ed alla collaborazione sinergica tra l’Autorità Portuale e l’azienda romana ITJ srl, si è potuto realizzare il terzo inserimento al lavoro che ha visto partecipe la nostra amica:
Ilaria.


Anno 2015

Nel 2015 continua l’attività primaria dell’associazione che è fondamentalmente quella della integrazione. Per questo scopo è stato presentato ed approvato, un progetto alla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia che il Melograno ha condiviso con la compagnia teatrale Blue in The Face. Il progetto si chiama: “TEATRO MIO” . Ad onor del vero i ragazzi della Blue in The Face conoscono da alcuni anni il Melograno, ed innumerevoli sono state le occasioni di collaborazione. Maggiori dettagli del progetto si possono trovare nella Scheda .

Il Melograno ha organizzato un secondo concorso rivolto agli alunni dell’Istituto d’Arte di Civitavecchia per il progetto “ColoriAmo” (Scheda) sempre con la finalità dell’integrazione sociale. I ragazzi dell’Istituto avevano avuto già modo di conoscere la nostra associazione, infatti i logo del Melograno è il risultato di un precedente concorso che ha visto confrontarsi i giovani artisti civitavecchiesi. Questa volta la sfida è stata più faraonica: in sintesi hanno dovuto affrescare due pareti ad angolo per oltre 7mt. di lunghezza presenti all’interno della sala del “DoctorClick”, rispettando regole di commissione molto sfidanti.

A Maggio è stata realizzata la 4° edizione della Giornata della Legalità, questa volta con gli amici della “Polizia di Stato“. L’evento si è svolto presso il Centro di Coordinamento Servizio della Polizia a Cavallo di Ladispoli. Alla manifestazione (la prima aperta a i civili) erano presenti anche le associazioni UNITALSI ed ASSPROHA.

In estate il Melograno riesce ad aggiudicarsi il primo posto per il progetto maggiormente votato, a livello mondo, grazie all’iniziativa promossa da Enel Cuore ONLUS. Con il progetto Handy Beach si è potuto attrezzare un tratto di spiaggia libera del nostro territorio Comunale per permettere l’accesso ai diversamente abili (in modo particolare i carrozzati). Il progetto prevede l’abbattimento totale di qualsiasi barriera architettonica che vada dal parcheggio fino alla battigia, con ovviamente anche la possibilità di fare il bagno grazie alle attrezzature che è stato possibile acquistare con il finanziamento ricevuto da Enel Cuore. Il progetto è stato molto apprezzato anche dall’Amministrazione Comunale, tanto che al Melograno è stata assegnata una concessione demaniale per un tratto (anche molto bello) della località denominata La Marina di Civitavecchia.


Anno 2016

Con l’appuntamento di Febbraio del Fiaba Day, il Melograno “consolida” la propria presenza all’interno dell’organizzazione (Fondazione Italiana per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche) che ha come scopo quello di abbattere le barriere architettoniche. Nel corso del 2017 Il Melograno, grazie a FIABA, sarà chiamato a presiedere un importante evento che si realizzerà nella nostra città.A Maggio è stata realizzata la 5° edizione della Giornata della Legalità, questa volta con gli amici dei “Carabinieri“. All’evento erano presenti alcune associazioni che come Il Melograno operano sul territorio nell’ambito della disabilità.

Nell’estate è stata organizzata la seconda edizione del Dog Beach. Grazie alla disponibilità dei gestori dello stabilimento balneare FREEDOM BEACH di Sant’Agostino – Tarquinia (Vt) ed alla collaborazione della Capitaneria di Porto di Civitavecchia, Il Nucleo sommozzatori ed il Centro Unità cinofile di Santa Marinella si è potuta trascorrere una spensierata e divertente giornata di mare in compagnia dei nostri amici a “Cani Bagnino”.

L’amministrazione comunale di Civitavecchia ha concesso per il secondo anno consecutivo la convenzione per l’apertura dell’Handy Beach sul tratto di spiaggia libera “La Marina”


Anno 2017

A Marzo 2017 si è conclusa l’esperienza del progetto Job-Club, iniziativa nata per dare una risposta ai giovani (e non solo) per inserirsi nel mercato del Lavoro. La Direzione del Melograno ha preso contatto con gli ideatori del Job-Club: Nicola Giaconi (Psicologo del lavoro e career coach) e Riccardo Maggiolo (giornalista indipendente). Dopo aver ricevuto la metodologia da seguire è stata realizzata la prima edizione (dicembre 2016 – marzo 2017), alla quale hanno partecipato 11 persone (giovani, adulti, donne e uomini). Al termine della formazione ben tre persone hanno ottenuto colloqui e contratti di lavoro.

A Maggio è stata realizzata la 6° edizione della Giornata della Legalità, per questa edizione dobbiamo ringraziare l’Esercito Italiano, in particolare il generale Maurizio Boni, comandante del Ce.Si.Va. (Centro Simulazione e Validazione) attivo presso la Caserma “Giorgi” (ex Scuola di Guerra).

Come di consueto Il Melograno ha condiviso l’esperienza con altre associazioni del territorio che hanno aderito al nostro invito.

Anno 2018

A Gennaio L’Associazione non si è fatta sfuggire l’occasione fornita dalla Regione Lazio la quale ha previsto un intervento di Politica Attiva del Lavoro rivolto a Persone con Disabilità, attraverso un Bando di Gara pubblicato nell’estate 2017. Con questa Misura i destinatari hanno avuto l’opportunità di aderire ad un percorso di inserimento nel mondo del lavoro come tirocinanti per 6 o 12 mesi presso sedi di enti/imprese privati presenti sul territorio della regione Lazio.

Il Melograno è entrato in contatto con la Euro Consulting srl di Olevano Romano ed insieme hanno partecipato al bando di Gara. Il nostro amico Angelo ha potuto firmare un contratto di 12 mesi regolarmente retribuito.

A Marzo 2018 è stato dato il via al nuovo progetto” Viviamo la Vita”, iniziativa fortemente voluta dal Melograno e realizzata grazie alla collaborazione dell’istituto scolastico I.C. Via XVI Settembre di Civitavecchia. Il progetto prevede di dare un sostegno alle famiglie i cui figli disabili frequentano le scuole dell’istituto. Al progetto hanno aderito cinque famiglie alle quali è stato proposto un percorso di “Parent Training” e sostegno psicologico al “Cognitivo Comportamentale”. Le famiglie sono state seguite dai professionisti del territorio coordinati dalla dott.ssa Claudia Condoluci guida scientifica del Melograno e Pediatra e Primario Unità Operativa di Riabilitazione pediatrica I.R.C.C.S. San Raffaele Pisana, ROMA. ( Scheda ).