No Profit? Sì Grazie
11 giugno 2011
Falso Pietismo
20 dicembre 2013

Lettera di un genitore riferita all’incontro con i detenuti

Quando ho appreso che ci sarebbe stato un incontro-evento tra i ragazzi disabili de ‘Il Melograno’ e i detenuti del carcere di Via Tarquinia devo ammettere che, all’inizio, ero un po’ scettico ma allo stesso tempo curioso. La data stabilita per questa iniziativa era fissata per il giorno 28 Dicembre 2011, così alle 9 del mattino ci siamo recati tutti insieme alle carceri. Si intuiva nell’intero gruppo una grande gioia, allegria e curiosità per questo appuntamento.

Arrivati al carcere siamo stati accolti dall’agente Fausto Tranquilli (volontario della nostra associazione) e dai suoi colleghi , abbiamo consegnato i nostri documenti per il consueto rito di riconoscimento.

Con noi c’erano la Professoressa Anna Baldoni ed alcuni ragazzi del Laboratorio Teatrale dell’Istituto Marconi di Civitavecchia; sempre presenti in ogni nostra iniziativa e solidali con ‘Il Melograno’.

I poliziotti ci hanno accompagnato nel salone di accoglienza dove i detenuti erano pronti ad accoglierci più gioiosi ed emozionati di noi. Io e mio figlio siamo entrati per primi e al mio ingresso nel salone è scoppiato un applauso: non nascondo l’immensa emozione che ho provato.

La Direttrice del carcere faceva gli onori di casa e gli agenti penitenziari ci indicavano dove accomodarci.

Dopo alcuni minuti dal nostro ingresso ci ha raggiunto l’onorevole Pietro Tidei, che da poco tempo ha conosciuto ‘Il Melograno’ e spesso ci è vicino nelle nostre iniziative, ha salutato tutti ed, essendo responsabile delle carceri, ha spiegato quello che ha fatto e che sta facendo per loro.

Il nostro Presidente Massimo Lauricina ed il nostro Legale Rappresentante Michele Napolitano, dopo il saluto, hanno spiegato di cosa si occupa la nostra associazione e illustrato tutto quello che facciamo per i ragazzi. Successivamente la direttrice del Carcere ha preso la parola salutandoci e ringraziandoci dell’evento e dell’iniziativa. Trovo la Direttrice una persona molto sensibile, gentile e disponibile da quello che si è visto e dalle poche parole pronunciate.

Con l’aiuto di un computer ed un proiettore abbiamo mostrato ai detenuti chi siamo e cosa facciamo per i nostri ragazzi presentandogli un video che è partito dalla nascita dell’associazione per seguire poi con le foto dei nostri ragazzi, il tutto accompagnato da un commento audio in cui si spiega da chi siamo seguiti e cosa facciamo per loro.

Subito dopo sono seguite le immagini degli eventi, delle uscite, delle passeggiate, delle iniziative teatrali, musicali e sportive che noi volontari facciamo con loro. Al termine della proiezione è partito un applauso scrosciante ed interminabile interrotto solo dalle congratulazioni e dai complimenti della direttrice.

La commozione dei detenuti era evidente così come il nostro entusiasmo per questa iniziativa innovativa.

Per poter avere entrambi un ricordo di questa giornata i detenuti ci hanno regalato un quadro realizzato da loro proprio per noi, e i nostri ragazzi hanno donato ad ognuno di loro dei piccoli melograni di terracotta, con su inciso il nome dell’associazione e la data dell’incontro, realizzati nel corso dei loro laboratori. Entrambi i doni sono stati molto apprezzati così per festeggiare e conoscerci un po’, ci siamo diretti verso un buffet con leccornie di ogni tipo dai rustici, alla pizza di ogni gusto, dai panini alle bibite. Durante il pasto
ci siamo conosciuti con alcuni detenuti, parlato, scherzato e ci siamo scambiati i saluti.

Mio figlio Dario è riuscito a tener banco facendoli mettere tutti intorno a lui per raccontargli delle barzellette ed infine ha unito le sue mani alle loro lanciandole in aria in simbolo di alleanza.

Sono stati minuti emozionanti e pieni di allegria per tutti i presenti all’incontro.
Il nostro Legale Rappresentante con il Presidente hanno consegnato alla Direttrice un progetto che prevede l’inserimento di alcuni detenuti nella nostra associazione a far volontariato. La proposta è stata accettata con entusiasmo così, con la promessa di rivederci presto per un successivo incontro, ci siamo salutati con la gioia in volto e gli occhi lucidi. Al ritorno in associazione i commenti, a fine mattinata, erano tutti positivi per il bellissimo evento appena conclusosi.

Un grazie a chi ha organizzato questa giornata indimenticabile per noi: alla Direttrice del carcere, agli agenti penitenziari, ai detenuti e a tutti coloro che hanno collaborato per la bellissima riuscita.

Auricchio Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *